Intervista con Why Khaliq

Fortunato. Come dicevo nella recensione del suo album. Soprattutto, adesso si capisce meglio, perchè ho avuto la possibilità di poter interagire con Khaliq in prima persona.

Why Khaliq è un rapper che viene dal Minnesota (US). Ma mi è sembrato davvero vicino. Il suo recente album è stato recensito da Pitchfork, una degli webzine più in vista in America, e ha ottenuto i favori della critica. Valutato 7.8/10. Cordiale e disponibile. Le sue produzioni video, piccoli capolavori (lascio i link in coda).

Attraverso un contatto telefonico e via mail sono riuscito a ottenere la risposta a qualche domanda che avevo da fargli.

Il risultato è questo.

Eugenio: Ciao Khaliq, prima di tutto, partendo dal nome dell’album, pensi che questo possa essere “il seme di senape” per te e la tua famiglia?

Why Khaliq: Si,sicuro. Penso che sia la partenza del mio viaggio. Una parte dell’essere “un seme di senape” è andare avanti nei momenti difficili e io ne ho attraversati molti durante la composizione dell’album.

Ma pensare di partire nel modo giusto con autostima e tutto quello si cui si ha bisogno è la fiducia che serve per fare qualcosa di grande.

E: I testi infatti sono fantastici nel tuo lavoro, pensi che nel 2018 aumenterà l’attenzione verso questi anche negli album delle major?

W: Assolutamente, penso che i testi stiano di nuovo diventando importanti. Ci sarà sempre un artista che ha qualcosa da dire, non credi??

E: Adesso sono curioso di sapere qual è la tua traccia preferita all’interno dell’album e perchè? Te lo dico subito, la mia è Smile.

W: Anche la mia preferita è Smile o The mustard seed. Ho messo davvero tanto di me che non tutti conoscono in Smile. come ad esempio la perdita di mia mamma e la battaglia che ne deriva con la religione e la fede. L’outro è tutto quello che ho attraversato in una canzone e ho semplicemente rilasciato tutte le mie emozioni all’interno.

E: Penso che il tuo sia l’album perfetto per chiunque ami il rap, perché è un mix di differenti genere, correnti e stili di rap. Quali sono le tue influenze?

W: Ti ringrazio. Le mie influenze sono le cose che sono e succedono attorno a me. Come la vita reale. Sicuramente però ci sono altri musicisti, tra i più vari, che influenzano la mia musica come Kendrick Lamar, Biggie, Tupac, Isaiah Rashad, Mick Jenkins, J Cole … gente di questo tipo.

E: Per concludere, quando hai pensato di poter affrontare un discorso serio nel rap e hai pensato “si, da oggi sono why khaliq, ce la posso fare”?

W: Il momento in cui c’ho creduto seriamente ho scoperto di stare diventando a breve padre di una bambina, ed è quello che mi ha spinto a fare di più e pensare che questo è quello che voglio fare. È stata sicuramente la cosa che mi ha dato più forza.

Ringrazio di cuore Khaliq e rinnovo i miei più sinceri auguri per il futuro.

(disponibile l’intervista in lingua originale, su richiesta via mail)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...