Album per la quarantena

Approfittando del tanto tempo a disposizione degli abitanti della Penisola – io al momento non sono compreso in questo insieme – ho pensato che un po’ spazio per qualche album interessante sicuramente lo si trova. Qui la pratica playlist Spotify!

Cose interessanti nel 2020 ne sono già uscite e sotto ve ne elenco qualcuna. Prego.

LAYLOW – TRINITY

LAYLOW dopo qualche mixtape ben fatto esordisce con quest’album. Onestamente il potenziale era evidente fin da .RAW-Z, ma TRINITY è davvero qualcosa di sorprendente. Concept interessantissimo, suoni nuovi e alquanto oscuri, testi maturi. Per adesso la mia cosa preferita dell’anno, tutto racchiuso in 22 brani.

Ragz Originale – txt ur x

Fine e affermato produttore Ragz pubblica il secondo progetto solista in due anni (Nature anch’esso molto bello). 6 tracce che suonano divinamente e che sono un po’ un mix di quello che sta diventando la scena urban (scusa Tyler) UK. Gli ospiti scelti accompagnano in maniera eccellente i brani e sono indispensabili per sostenere vocalmente Ragz.

Cj Fly, Statik Selektah – RUDEBWOY

Fondamentalmente rap old school fatto meglio rispetto a 20 anni fa. Cj è un giovanotto di Brooklyn che con Statik riesce a trovare la chimica giusta e la forza di avere nella tracklist Joey Bada$$ e Conway. Un prodotto che potrebbe essere anche solo un instrumental album.

Boldy James, The Alchemist – The Price Of Tea In China

Album capolavoro, senza se e senza ma. The Alchemist è un genio e un mago dei sample: la forza dei campioni aiutano molto Boldy che spesso è quasi asettico nel rap. I testi sono profondi e vissuti, giochi di parole e tecnica fuori dal comune. La presenza di Vince Staples in Surf & Turf è forse già il migliore feat dell’anno e non lo dico da fan (falso).

Népal – Adios Bahamas

Purtroppo un bellissimo album di un ragazzo che lo scorso 9 novembre è venuto a mancare in circostanze ancora non chiare. L’album Adios Bahamas però era già stato annunciato e questo mi basta per accettare di buon grado l’ascolto (sono assolutamente contro il rilascio di musica postuma). Il progetto nella totalità è elegante e pieno di spunti fantastici. Da ascoltare per passare del tempo a riflettere.

Vi lascio qualche altro titolo, magari anche più conosciuto, perché mi sa che il tempo da occupare sarà tanto.

  • R.A.P Ferreira – Purple Moonlight Pages
  • Moses Boyd – Dark Matter
  • Ninho – M.I.L.S 3
  • Yung Mal – 6 rings
  • Slim C – Killu Kinf G
  • Drakeo the Ruler – Free Drakeo
  • Vic Spencer – Psychological Cheat Sheet
  • G Herbo – PTSD
  • Young Nudy – Anyways
  • Novelist – Inferno
  • Maes – Les derniers salopards
  • Key Glock – Yellow Tape

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...