Cousin Stizz – one night only

Difficile dirsi cosa ti può conquistare di questo album, ma forse anche per questo tutte le canzoni sono passate a ripetizione nelle mie cuffie. Poco da spiegare, un richiamo quasi naturale verso uno stile preciso e ben allineato. Produzioni minimal e un flow che galleggia calmo e cadenzato. Debutto in major per il rapper di Boston che non cambia tanto la linea dei lavori precedenti ma che definisce ancora di più i canoni su cui si basa la sua musica. Testi a loro volta leggeri e molto caratteristici della scena rap attuale che sono un bene per un ascolto ancora più fluido. Le collaborazioni invece rendeno al massimo e partecipano forse per le migliori canzoni nell’album, Offset e G-eazy poi sono perfetti per avere quel giusto rapporto tra risonanza mediatica e risultato a livello musicale.

Tracce preferite: Lambo, Neimans Barneys e Switch places

Wiki — No Mountains In Manhattan

Bello, se fosse un quadro e gustoso se fosse un piatto di pasta. Un piacere davvero al primo ascolto come all’ennesimo grazie ad uno stile che si mescola in maniera perfetta tra nuovo e “vecchio” e che accompagna la capacità di coinvolgere l’ascoltatore di WIKI grazie ad un flow, che si potrebbe quasi dire, dinoccolato (dettaglio presente anche nelle accurate collaborazioni). Alcune basi infatti sono campionate, altre invece stringono l’occhio a più bpm, ma il risultato è sempre qualcosa di estremamente piacevole e coinvolgente. Testi che variano e raccontano come Manhattan sia piena di tanto da dire e di come si possano avere sensazioni opposte da una città quale New York.
Tracce preferite: NMIM, Mayor, Pretty bull.