Nipsey Hussle – Victory Lap

Finalmente. 5 anni dopo Crenshaw, torna con un debutto major. Adesso sono problemi per chi pensava di essere il re della West Coast (T.I., Snoop… coff coff). Il disco scende scorrevolissimo e traccia dopo traccia se ne vuole sempre una prossima. Devastante la facilità con cui “cavalca” le basi. Flow quasi asettico a volte, ma che colpisce subito l’ascoltatore. Le produzioni sono un evergreen. Un mix tra giovani produttori, fidati e lui stesso in cabina di regia. Il nome dell’album potrebbe trarre in inganno. Non è un disco di celebrazione, ma di racconto di quello che ha vissuto e di ricordi del passato che ancora lo attanagliano. La consapevolezza di quello che fa è una costante piacevole. Non è un lavoro semplice da digerire. Anche estremamente appetitoso. Le cose vanno fatte bene. E ci vuole tempo.

Tracce preferite: Blue Laces 2, Dedication, Hussle & Motivate, Loaded Bases